Documenti di Valutazione del P.I.
 VALUTAZIONE DI COMPATIBILITA' IDRAULICA
Goggia La Giunta Regionale, con propria deliberazione n. 3637 del 13 dicembre 2002 in attuazione della L. 267/1998 ha previsto che per tutti gli strumenti urbanistici generali e le varianti, generali o parziali o che, comunque, possano recare trasformazioni del territorio tali da modificare il regime idraulico esistente, sia redatta una "Valutazione di compatibilità idraulica". Tale previsione è stata successivamente confermata anche dal Piano di Tutela delle Acque adottato con delibera n. 4453 del 29 dicembre 2004.

Scopo fondamentale dello studio è quello di far si che le valutazioni urbanistiche, sin dalla fase della loro formazione, tengano conto dell'attitudine dei luoghi ad accogliere la nuova edificazione, considerando le interferenze che queste hanno con i dissesti idraulici presenti o potenziali, nonché le possibili alterazioni del regime idraulico che le nuove destinazioni o trasformazioni d'uso del suolo possono venire a determinare.

In sintesi, lo studio idraulico deve verificare l'ammissibilità delle previsioni contenute nello strumento urbanistico, prospettando soluzioni corrette dal punto di vista dell'assetto idraulico del territorio, dimostrando che il livello di rischio idraulico presente nella zona di riferimento non sia aggravato dalle nuove previsioni urbanistiche e che dette previsioni non possano comunque pregiudicare la possibilità di riduzione del rischio stesso.
 VALUTAZIONE DI INCIDENZA AMBIENTALE
VINCA La tutela della biodiversità nel Veneto avviene principalmente con l'istituzione e successiva gestione delle aree naturali protette (parchi e riserve) e delle aree costituenti la rete ecologica europea Natura 2000.

Questa rete si compone di ambiti territoriali designati come Siti di Importanza Comunitaria (SIC), che al termine dell'iter istitutivo diverranno Zone Speciali di Conservazione (ZSC), e Zone di Protezione Speciale (ZPS) in funzione della presenza e rappresentatività sul territorio di habitat e specie animali e vegetali indicati negli allegati I e II della direttiva 92/43/CEE "Habitat" e di specie di cui all'allegato I della direttiva 79/409/CEE "Uccelli" e delle altre specie migratrici che tornano regolarmente in Italia.

La valutazione di incidenza ambientale, da redigere nella pianificazione comunale, è il documento che valuta gli eventuali effetti significativi sulle componenti dei siti di importanza comunitaria (SIC) e/o delle zone di protezione speciale (ZPS) generati dalle previsioni di piano, mediante schede di impatto e indicatori ambientali.
 VALUTAZIONE DI COMPATIBILITA' SISMICA
Valutazione Sismica Il territorio regionale veneto è interamente classificato sismico e incluso nella zona 4, 3 e 2. L'elenco dei comuni sismici del Veneto è stato approvato con D.C.R. n° 67 del 3/12/2003 e modificato con D.G.R. n° 245 del 12/2/2008 e D.G.R. n° 1572 del 3/9/2013.

Nell'ambito della pianificazione territoriale e urbanistica (P.A.T. e P.I.) i comuni classificati in zona sismica 1, 2 o comunque inclusi nell'elenco di cui all'allegato B della D.G.R. 1572/2013 devono essere corredati da studi di microzonazione sismica.

Con Deliberazione n. 1572 del 03/09/2013 (BUR del 24/09/2013) la Giunta Regionale ha approvato le Linee Guida Regionali per la Microzonazione Sismica.

Il COMUNE DI PIAZZOLA SUL BRENTA essendo classificato in zona sismica 3 ed essendo escluso dall'elenco di cui all'allegato B della D.G.R. 1572/2013 non è tenuto alla redazione della valutazione di compatibilità sismica del PRC.